Via Cernaia, 42, 10122 Torino

info@hotel-diplomatic.it

Arrivo
Notti
Adulti
Bambini
www.hotel-diplomatic.it > Torino esoterica: tra magia e misteri

Torino esoterica: tra magia e misteri

Prima di tutto è necessario sapere che Torino fa parte dei due triangoli magici: quello della magia bianca (con Praga e Lione) e quello della magia nera (con Londra e San Francisco).

A due passi dell’hotel Diplomatic si trova Piazza Statuto, dove sorge il Monumento del Frejus sul quale è situato un angelo con un pentacolo sulla fronte. Secondo molte credenze il pentacolo è il simbolo del diavolo, quindi si narra che sotto questo monumento ci sia l’ingresso dell’Inferno.

Seguendo i portici verso Piazza Castello, si arriva in Piazza Solferino, dove si trova la Fontana delle Quattro Stagioni o Fontana Angelica che, si dice, rappresenta l’illuminazione e l’eternità; si crede che questa celi la porta verso l’Infinito.

Proseguendo sotto i portici si arriva in Piazza Castello, il cuore “bianco” della città, dove, al di sotto si trovano le Grotte Alchemiche in cui la tradizione vuole che custodiscano la Pietra Filosofale.
A guardia delle grotte ci sono i due Dioscuri, Castore e Polluce, che simboleggiano uno il mondo materiale e l’altro il mondo spirituale.

Proseguendo, stavolta, per via Po’, si arriva alla chiesa della Gran Madre di Dio.
Ai lati della gradinata sono state poste due gruppi di statue che nascondono un significato particolare. Per capirlo bisogna concentrarsi sulle mani. Le dita delle statue indicano (secondo le credenze popolari) il punto in cui si trova il “Sacro Graal” nel Monte dei Cappuccini. A rafforzare questa tesi, sia all’esterno che all’interno, sono presenti molteplici raffigurazioni di calici.